STAZIONE ELETTRICA TERNA, CAPRI

Progetto architettonico per la nuova Stazione Elettrica Terna.
Concorso a procedura ristretta – 1° premio.
2011 – in corso

 

 Naturali geometrie

 

Gradoni calcarei e vegetazione mediterranea: la matrice naturale caratterizza il luogo e ne definisce l’identità, mettendo le basi per uno spazio di cerniera tra tessuto urbano diffuso e natura, fatto di geometrie e colori ripresi dal luogo e reinterpretati nei materiali e nei dettagli, per conservare la stessa ricchezza e vibrazione di luce.

 

La ricerca compositiva per il progetto architettonico della nuova Stazione elettrica di Capri ha voluto sostituire all’immagine “dura” del complesso industriale un’identità capace di porre il complesso in armonia con l’ambiente nel quale si inserisce, minimizzando l’impatto visivo e valorizzandone l’immagine complessiva.

 

La planimetria della nuova stazione elettrica è così disegnata dall’orografia del terreno; i gradoni calcarei che salgono da Marina Grande diventano muri di contenimento o edifici, mentre la vegetazione occupa in modo spontaneo gli spazi vuoti e mitiga i volumi minimizzando l’impatto visivo.

 

Le parole d’ordine sono: contesto, qualità, dettaglio, funzionalità, tempi, contenimento dei costi. Si opera sulla qualità dei dettagli, realizzati con materiali ordinari ma arricchiti con particolari di finitura e di montaggio.

 

Per la costruzione si ricorre all’uso della prefabbricazione sia pesante che leggera, con il preciso scopo di semplificare il cantiere e ridurre i tempi di costruzione e i costi di gestione e manutenzione.

 

Attraverso un’elaborazione geometrica si è ottenuta un’astrazione formale trapezoidale di base, DNA con cui comporre i vari elementi per la finitura architettonica del complesso e definirne la sua personalità: scopo ultimo, esprimere una contemporanea sensibilità allo straordinario profilo del sito.

 

Un nuovo ‘cuore’, sensibile al paesaggio, per alimentare tutta l’isola di Capri.

 


CREDITI

Committente TERNA Rete Italia S.p.A.
Superfici lotto 3000 m2; edifici 1000 m2
Frigerio Design Group Incarico Definitivo / Esecutivo / Direzione artistica
Collaboratori Enrico Frigerio con Carola Ginocchio, Fabio Valido, Federico Biassoni, Daniele Bona, Daniela Galletti, Emanuela Masala, Giulia Pasqualini Galliani, Anna Tsareva
Strutture Protel – Ing. Carmine Mascolo
General Contractor EDILDOVI  S.r.l.
Strutture prefabbricate Beton Costruzioni S.p.A.
Carpenterie metalliche Cerrato Officine S.r.l.