Il progetto non si ferma al congedo dato alla costruzione, ma guarda oltre. E riporta al centro l’uomo con la sua storia e il suo futuro.

Enrico Frigerio: esplorare, creare, costruire

 

Architetto ‘slow’, ‘narratore’, ‘giocoliere’, ‘skipper’. Così lo hanno definito, ma il ritratto più audace è quello fatto da uno dei suoi figli quando in prima elementare scrive: «Io mi chiamo Emanuele Frigerio, abito a Nervi e mio papà fa il giardiniere». Ingenua certezza che però rivela una visione della natura come impegno, rispetto, lezione e ammonimento, in stretta relazione con l’essere umano e la sua creatività.

Il lavoro su cui Enrico Frigerio ha impostato il Frigerio Design Group afferma esplicitamente questi valori, quelli di un architetto sensibile alla cultura del luogo come un buon giardiniere ma anche quelli di un professionista che pratica la ‘slow-architecture’, filosofia che impone di rallentare per raggiungere la massima consapevolezza del costruire.

Biografia

Nato a Torino nel 1956, Enrico Frigerio si laurea in architettura a Genova nel 1980 e poi entra nel Workshop di Renzo Piano al cui fianco impara il mestiere.

Nel 1991 fonda il Frigerio Design Group che fa della qualità e del rapporto con l’ambiente il proprio obiettivo primario.

 

Tra i suoi progetti più significativi: la tribuna ecologica dell’Autodromo di Imola, Bologna (1991-1992), il palazzo ad uso uffici per il gruppo RAS Assicurazione a Milano (1996-1998), la sede Sambonet a Orfengo (2000-2004), le centrali elettriche del gruppo svizzero EGL (2002-2008) e il Centro sportivo Ferdeghini per lo Spezia Calcio (2012-2013). Attualmente sono in cantiere l’ampliamento del Centro Direzionale Cavagnari per il Crédit-Agricole-Cariparma e la nuova Stazione Elettrica di TERNA a Capri; in via di sviluppo anche i più recenti concorsi vinti nel 2015, il progetto per lo SmartWorking delle nuove sedi TIM e la trasformazione della centrale ENEL di Alessandria in un parco di sport estremi.

 

«Slow Architecture for Living», manifesto del Frigerio Design Group, esce nel 2005 in libreria, edito da Skira. Nel 2006 prende il via la mostra itinerante «Frigerio Design Group – A Journey in Slow Architecture» (catalogo Mandragora): inaugurata a Firenze, per proseguire a Genova, Milano, Ferrara, Torino, Palermo, Vercelli, che si concluderà nel 2008 alla Royal Danish Academy di Copenaghen e al Museo d’arte Moderna di Praga. Nel 2008 lo studio è invitato al «London Festival of Architecture» nell’ambito del «SustainabItaly Contemporary Ecologies». Nel 2012 due progetti del FDG vengono scelti per essere esposti nel Padiglione Italia alla 13ma Biennale di Venezia e in seguito a Mosca e San Pietroburgo, mentre nel 2015 altri due progetti sono ospiti a Sofia per la XIV Triennale «Values in Architecture».

 

Enrico Frigerio partecipa a incontri e dibattiti tra cui, nel dicembre 2006, l’intervista al WWF su «Generazione clima – efficienti per natura»; nel giugno 2007 la conferenza-intervista su «Slow Architecture istruzioni per l’uso» alla Festa per l’Architettura della Triennale di Milano, e nel luglio 2008 la tavola rotonda svoltasi all’insegna di «One Architect One Building» in occasione del XXIII UIA Congresso mondiale degli architetti a Torino. Nel 2013 è invitato a partecipare all’evento «Stasera si recita a soggetto: smart&green – natural design thinking» nella cornice della Milano Design Week.

 

Nel 2009 Libria pubblica «Slow Architecture istruzioni per l’uso», un piccolo saggio che raccoglie il Frigerio-pensiero sul tema del costruire ‘lento’, da agosto 2014 anche in versione digitale edito da LetteraVentidue edizioni. Nel novembre 2010 esce, edito da 24Ore Cultura il libro Architettura dell’energia e nel gennaio 2011 Hachette pubblica nell’ambito della collana «I Maestri dell’Architettura» il volume monografico Frigerio Design Group. Pubblicata in Spagna il 17 gennaio 2012 dalla casa editrice SALVAT, la monografia è in seguito uscita in Argentina e in Perù. A dicembre 2014 è pubblicato da LetteraVentidue edizioni «BEHIND THE SCENES progetti dietro le quinte», che narra le vicende di alcuni progetti anche attraverso la relazione tra committente e architetto.

Team principale

Daniele Bona

Architetto Senior

Carola Ginocchio

Architetto Senior - Ufficio gare

Monica Russotto

Architetto

Fabio Valido

Architetto - 3D Artist

Marta Verdona

Architetto Junior

Serena Cambiaggio

Architetto Junior

Ester Armanino

Comunicazione e Progetti Editoriali

Nicoletta Giacalone

Segreteria e Amministrazione

Maurizio Bassignani

Modellista

Pubblicazioni

BEHIND THE SCENES progetti dietro le quinte

Frigerio Design Group

LETTERAVENTIDUE edizioni, 2014

I MAESTRI DELL’ARCHITETTURA

Frigerio Design Group

a cura di Enrica Giacobino. HACHETTE, 2011

ARCHITETTURA DELL’ENERGIA

Frigerio Design Group

24Ore Cultura, 2010

SLOW ARCHITECTURE ISTRUZIONI PER L’USO

Enrico Frigerio

LIBRIA, 2009

A JOURNEY IN SLOW ARCHITECTURE

Frigerio Design Group

a cura di Marco Brizzi. MANDRAGORA, 2006

SLOW ARCHITECTURE FOR LIVING

Enrico Frigerio

SKIRA, 2005